Viale Orsini. Entro fine mese l’ultimazione dei lavori e ai primi di agosto l’asfaltatura dell’intero tratto.

Termineranno a fine mese i lavori della massicciata di viale Orsini inclusi nella seconda tranche, tra via Ospizio Marino e via Ancona, avviati il 29 giugno scorso. Analogamente a quanto fatto per il tratto tra le vie Gasbarrini e Ospizio Marino, si è proceduto alla demolizione del manto esistente e quindi alla bonifica del sottofondo mediante il taglio delle radici dei pini così da eliminare le cunette e gli avvallamenti creati dagli apparati radicali delle piante che avevano sollevato anche di oltre 30 centimetri, in più punti, il manto stradale con enormi disagi alla circolazione.
“Si è reso necessario abbattere sei pini perché particolarmente instabili e quindi pericolosi. Una misura a tutela quindi della sicurezza – dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core – e ritenuta doverosa dal consulente agronomo che ha supervisionato l’intero intervento in accordo con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio. Ad evidenziare d’altronde la mancanza di alternative confermando il nostro obiettivo di limitare al massimo ogni intervento invasivo sulle essenze arboree, è il fatto che i pini da eliminare dovevano essere originariamente ben 13. Ma grazie a particolari accortezze siamo riusciti a salvare gli altri sette pini. In ogni caso quelli abbattuti verranno sostituiti con altrettanti pini per salvaguardare il gradevolissimo aspetto di quello che è senza dubbio uno dei viali più belli della nostra città. Se le condizioni meteo rimarranno buone”, proseguono Mastromauro e Core, “ai primi di agosto verrà steso il manto d’asfalto definitivo sull’intero tratto, portando così a conclusione uno degli interventi più qualificanti sulla rete viaria interna cittadina ed eliminando un problema sinora mai risolto. Rimangono da sistemare alcune porzioni dei marciapiedi in viale Orsini che, per evitare disagi a residenti e turisti, avranno inizio a fine agosto in contemporanea con l’avvio degli interventi per la messa in sicurezza di via Curiel”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.