La GAGLIOTI GIULIANOVA perde 3 – 1 gara uno della finale di playoff promozione in B contro l’Antoniana

La GAGLIOTI GIULIANOVA perde 3 – 1 gara uno della finale di playoff promozione in B contro l’Antoniana

(23/25 – 25/22 – 25/21 – 25/20)

 

Male, è finita decisamente male gara-1 dei playoff per salire nella serie B di volley.

Sabato scorso alle 19.00 al Palazzetto dello Sport di Francavilla al Mare la GAGLIOTI RICAMBI INDUSTRIALI GIULIANOVA ha perso gara-1 della finale per salire in serie B: adesso il ritorno (in programma per sabato prossimo 27/05/2017 ore 20.30  tra le mura amiche del PalaCastrum di Via Treviso) diventa vitale per il team di Coach Di Bernardino.

Dopo un primo set combattuto che ha sorriso per la compagine giuliese, la partita, giocata sempre al filo del rasoio e senza sbavature tranne qualche battuta sbagliata di troppo, ha visto l’imposizione del  sestetto  del Presidente Montese che passa subito sul 1 a 0

 

Nel secondo set, le padroni di casa reagiscono molto bene esprimendo una buona pallavolo e, giocando principalmente sui punti deboli dell’avversario, di misura pareggiano il conto set 1 a 1.

Nella ripresa del match (3° set),  il Giulianova sembra non aver accusato il colpo anzi risponde molto bene all’aggressività dell’Antoniana Volley che non vuole fare brutte figura davanti al suo pubblico.

Quando la Pallavolo Giulianova conduce per 17/14, Mister Bruni chiama il suo primo time out: a questo punto cambia la partita, il Giulianova perde il pallino del gioco e dimostra difficoltà, subito percepita dal sestetto di casa che riesce a concludere a suo favore il set (2 a 1 Antoniana).

 

Nel’ultima frazione di gioco, purtroppo, c’è un calo fisico e mentale della Gaglioti Ricambi Industriali Giulianova che perde la testa e la partita e vede festeggiare l’Antoniana davanti al suo pubblico, ma con la consapevolezza di dover presto affrontare una dura gara 2.

 

LE PAROLE DEL PRESIDENTE ALESSANDRO MONTESE – “Siamo molto amareggiati per come è andata gara 1. Quella giocata è stata una partita molto difficile, dove non abbiamo espresso una buona pallavolo. Ora ci aspetta una settimana di duro lavoro in palestra e, sfruttando il fattore campo, dobbiamo cercare di dare il massimo nel corso di gara 2, imponendo il nostro gioco e limitando errori e disattenzioni.

Bisogna ritrovare subito la serenità e la consapevolezza che la squadra ha un potenziale enorme e sabato bisogna dimostrarlo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.