Tenta di sfuggire al controllo dei Carabinieri per non essere identificato.

Tenta di sfuggire al controllo dei Carabinieri per non essere identificato, ma viene raggiunto e dopo una breve colluttazione immobilizzato ed arrestato per resistenza e lesioni a p.u.. È accaduto nella serata di ieri a Martinsicuro, quando una pattuglia del locale Comando Stazione, durante il servizio di controllo del territorio, si è imbattuta in un cittadino extracomunitario che si aggirava a piedi in quella via Magellano, ed hanno proceduto al suo controllo. Nella circostanza, il ragazzo per sfuggire all’identificazione ha iniziato a correre nel vano tentativo di dileguarsi e farla franca, ma è stato raggiunto poco dopo un breve inseguimento a piedi per le vie cittadine dal Brigadiere capopattuglia ed al termine di una breve colluttazione è stato immobilizzato e tratto in arresto il senegalese identificato in Gadiaga Thierno, 26enne, nullafacente, senza fissa dimora in Italia, già noto alle Forze di Polizia con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Nel corso della perquisizione personale il ragazzo è stato, altresì, trovato in possesso di grammi 2 circa di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, sequestrata e lo stesso segnalato alla Prefettura di Teramo per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

A seguito della colluttazione il capo equipaggio rimasto lievemente contuso, è stato medicato presso il locale distretto sanitario di base e giudicato guaribile in gg. 5 (cinque) s.c..

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Alba Adriatica, in attesa del processo con rito direttissimo previsto per la mattinata del odierna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.